“La luna del Cervo” progetto multidisciplinare a cura dei professori Maurizio Chiantone e Salvatore Manzi

La sede dell’Accademia di Belle Arti,nella serata del 3 luglio,è andata in scena, con le sue quinte monumentali, concorrendo alla realizzazione di una performance d’arte, dedicata al mito del fenomeno celeste denominato “Luna del Cervo”. Il progetto ideato dai professori Maurizio Chiantone e Salvatore Manzi ha visto la collaborazione degli studenti dei corsi accademici e la partecipazione del ballerino classico Oronzo Loparco.

La performance è stata articolata in tre momenti e in altrettanti spazi differenti: nello scenario suggestivo del giardino pensile, rischiarato dalla luna piena, le azioni degli attori, ispirate ai rituali delle antiche tribù dei nativi americani, hanno evocato il mito che legala sfera celeste alla Natura, accompagnando gli spettatori in un percorso mistico sensoriale che prosegue, dopo un breve spostamento e con diverse dinamiche, in un vano scala, adeguatamente allestito suggerire il flusso energetico e fecondo propagato dalla luna piena alta nel cielo, simulando un viaggio iniziatico verso la crescita interiore. La fase conclusiva della performance ha celebrato il fenomeno lunare attraverso un melting pot sensoriale, costituito da una danza catartica scandita da un ritmo sonoro e dal contributo di altre azioni performative messe in scena nell’antico chiostro, esaltandone, inoltre, la magia e il fascino delle forme e dei volumi.

Si ringraziano per la presenza e la disponibilità al coinvolgimento le autorità accademiche Professoressa Manuela De Giorgi, in rappresentanza del Magnifico Rettore dell’Università del Salento, Professore Fabio Pollice, e il Direttore del Conservatorio Tito Schipa di Lecce, Professore Corrado Nicola De Bernart.